CARIE DEI BAMBINI: COME PREVENIRLE E CURARLE
carie nei bambini

Le carie dei bambini, così come quelle degli adulti possono diventare un serio problema se non prese in tempo.

Spesse volte ci capita di affrontare questo problema con i nostri piccoli pazienti. I genitori vengono da noi, raccontandoci che il proprio bimbo lamenta dolori ai denti, più del 50% delle volte dipende dalla formazione di carie.

Se non viene sottovalutato, questo non è un problema grave. Non c’è da preoccuparsi troppo, ciò che si deve fare è soltanto rassicurare il proprio piccolo che tutto si sistemerà e venire da noi in studio al più presto.

Sfatiamo un’altra diceria in merito alla formazione delle carie. Contrariamente a una credenza comune, le carie che si formano ai denti da latte vanno curate e non vanno ignorate. Anche se i denti da latte vengono sostituiti da quelli definitivi, è importante non farli ammalare.

Ma approfondiamo nel prossimo paragrafo, cosa sono nello specifico le carie e perché si formano.

Cosa sono le carie e perché si formano

Le carie si formano in seguito all’azione dei batteri, solitamente presenti nel cavo orale, che formano la placca batterica. Quest’ultima tende ad aderire allo smalto dei denti, motivo per il quale bisogna rimuoverla in modo meccanico con lo spazzolamento.

Cosa provoca la carie ai denti nei bambini

Per ciò che concerne i bambini, nei quali è più frequente la formazione delle carie, il motivo principale dipende dall’alimentazione e in particolare dall’assunzione di cibi con scarso apporto di fluoro e/o eccessivo consumo di cibo o bibite troppo zuccherate.

Quando vengono le carie nei bambini?

La comparsa delle carie avviene in particolar modo quando il bambino segue una scarsa igiene orale. Questo comporta il deposito di placca. In questi casi, il consiglio che diamo più spesso ai genitori è quello di dare loro per primi l’esempio, mostrando come e quante volte lavare i denti in una giornata.

Una buona abitudine potrebbe essere quella di trasformare il momento del lavaggio dei denti in un’attività da fare con il proprio papà o la propria mamma. In questo modo lo avvertirà meno come un dovere e più come un aspetto da condividere con la propria famiglia.

L’emulazione dei comportamenti dei genitori nei bambini è fondamentale per instaurare buone e sane abitudini.

Quanto ci mette una carie a peggiorare?

La formazione di una carie avviene progressivamente. Inizialmente si presenta come un problema asintomatico e quando i batteri si spingono in profondità, il processo di formazione della carie inizia ad accelerare causando disturbi come mal di denti, alitosi e ipersensibilità al freddo o al dolce.

Le carie si possono formare nel giro di 6 mesi, quindi è bene non far passare più di questo tempo fra un controllo e l’altro.

Potrebbe esserti utile leggere il seguente articolo: “COME SI LAVANO I DENTI: CONSIGLI PER GRANDI E PICCINI!“.

Come curare le carie nei bambini, consigli

Se il tuo bambino lamenta un mal di denti e hai il sospetto che dipenda da una carie per mancanza d’igiene orale o cattiva alimentazione, il primo consiglio è di venire subito da noi in studio.

Non è un problema certamente da sottovalutare, ma allo stesso tempo può essere risolto se preso per tempo. Generalmente la carie consiste in un danneggiamento più o meno profondo del elemento dentario e pertanto è, di solito, sufficiente rimuovere il tessuto cariato e rimpiazzarlo con una otturazione.

Se trascurata una carie può peggiorare e arrivare in profondità, lesionando il nervo nonché la polpa dentale. In tali casi la parte vitale del dente non è più in grado di guarire e va quindi rimossa per evitare che possa infettarsi e causare un ascesso.

In questo caso non sarà sufficiente effettuare una otturazione, ma si dovrà ricorrere a una pulpotomia.

In qualche caso però la carie, se lasciata progredire indisturbata troppo a lungo, può danneggiare irreparabilmente il dente e rendere quindi necessaria la sua estrazione.

In questo caso sarà però molto importante considerare di mantenere lo spazio per il dente definitivo con un mantenitore di spazio fisso o rimovibile.

Per questo motivo è importante cercare di curare e salvare i denti da latte, perché questi conservano lo spazio per il dente definitivo e lo “guidano” a spuntare nel posto corretto.

Infatti se tolti prematuramente, va spesso considerato un apparecchio in grado di conservare il posto per il dente permanente.

Ti invitiamo però a non pensare al peggio, perché è un problema che possiamo risolvere. Il nostro consiglio è sempre quello di spiegare al tuo bambino cosa sta accadendo ai suoi denti e cosa succederà in visita. Il dentista non deve essere associato a un sentimento di paura e dolore, ma a una figura che sarà in grado di aiutarlo.

Contattaci per prenotare una visita a Dentilandia o ricevere maggiori informazioni!

Tabella dei Contenuti

Altri articoli

Le gengive infiammate e sanguinanti non sono un problema che interessa solo gli adulti, ma anche i bambini. La gengivite è un …

Una delle domande più frequenti che riceviamo in studio è la seguente: da che età il mio bambino dovrebbe indossare l’apparecchio ortodontico?  …

apparecchio invisibile trasparente

Il trattamento ortodontico invisibile per bambini ha una durata differente da paziente a paziente. Non tutti i bambini presentano lo stesso livello …