L’IMPIANTO DENTALE FA MALE? FACCIAMO CHIAREZZA!
impianto-dentale-fa-male-1

L’impianto dentale fa male? Che cos’è un impianto dentale? Di che materiali è fatto?

Le domande che ci pone chi sta per affrontare un intervento di implantologia sono molte: in questo articolo vogliamo chiarire alcuni dei dubbi che più spesso sorgono ai nostri pazienti, cercando di dare risposte concrete e chiare. Continua a leggere!

 

Spesso la mancanza di uno o più denti può incidere molto sull’aspetto e sulle azioni quotidiane.

Mangiare, parlare, ridere: sono tutte azioni che si danno per scontate ma che richiedono uno sforzo maggiore quando la dentatura non è completa.

L’implantologia dentale è un’opzione fissa e duratura che ci permette di riabilitare la funzione masticatoria e migliorare il sorriso, facendolo tornare in forma… proprio come un tempo!

Certo, per inserire un impianto dentale è necessario un piccolo intervento chirurgico che spesso spaventa e crea una sorta di ansia nella persona che non sa cosa aspettarsi.

Oggi ti accompagneremo, passo dopo passo, alla scoperta del misterioso mondo dell’implantologia, per farti capire come non ci sia nulla di cui preoccuparsi!

Ma partiamo dall’inizio!

impianto-dentale-fa-male-2

COS’È UN IMPIANTO DENTALE?

Un impianto dentale è un dispositivo composto da materiali quali titanio e ceramica, perfettamente compatibili con l’organismo umano.

Gli elementi principali sono tre:

  • Radice artificiale, che verrà inserita al posto di quella naturale
  • Corona o dente artificiale, e cioè l’elemento protesico costruito su misura che prenderà il posto del dente naturale
  • Pilastro artificiale o “moncone”, ossia la parte che connette radice e dente

L’impianto viene inserito nell’osso mandibolare o mascellare al posto del dente mancante, sostituendo quest’ultimo sia in funzione masticatoria che estetica.

 

QUANTO COSTA UN IMPIANTO DENTALE?

Ci sono molti fattori che intervengono a determinare il prezzo di un intervento di implantologia dentale.

Gli aspetti principali sono:

  • Materiali utilizzati: la qualità dei materiali è importante per la buona riuscita dell’intervento, materiali più scadenti sono sicuramente più economici ma il risultato dell’intervento non sarà lo stesso
  • Tecniche e tecnologie utilizzate
  • Condizioni iniziali del paziente (possono essere necessari trattamenti acggiuntivi per risolvere complicazioni come ad esempio la carenza ossea o la rimozione di vecchi impianti)
  • Numero di impianti necessari

 

L’IMPIANTO DENTALE FA MALE?

Questa è una delle preoccupazioni maggiori: sentirò dolore durante l’intervento?

Come tutte le operazioni in campo odontoiatrico, anche il posizionamento di un impianto dentale viene effettuato in anestesia locale, minimizzando così il disagio del paziente che non sentirà assolutamente nessun dolore.

Quando l’anestesia esaurisce l’effetto è possibile sentire un leggero fastidio che può essere trattato con degli antidolorifici o comunque secondo indicazioni dell’implantologo. Esso sparirà in qualche ora.

Nel caso però in cui tu lo richieda, è possibile affrontare in piena serenità l’intervento aggiungendo oltre all’anestesia locale, la sedazione cosciente, ovvero un modo per essere più rilassati e affrontare serenamente la seduta di posizionamento dell’impianto. Informaci prima di procedere, nel caso tu voglia usufruire di questo vantaggio.

 

COME MANTENGO AL MEGLIO IL MIO IMPIANTO?

L’arma migliore per prenderti cura del tuo impianto dentale è osservare un’igiene orale impeccabile.

Inoltre, sarà utile sottoporsi regolarmente a controlli e a pulizie dentali professionali a cadenza semestrale o secondo indicazioni dell’implantologo.
In questo modo il tuo impianto durerà nel tempo e ti accompagnerà facendoti da supporto in tutti i momenti delle tue giornate.

ESISTE UN LIMITE DI ETÀ PER SOTTOPORSI ALL’OPERAZIONE?

È possibile inserire impianti dentali non appena l’osso mandibolare o mascellare abbia smesso di crescere.
L’implantologia dentale è sconsigliata nei pazienti molto giovani; il professionista determinerà, previa visita, l’idoneità del paziente all’intervento.

Per quanto riguarda gli adulti non esiste limite di età, a meno che il paziente non presenti fattori di rischio medico significativi. Anche in questo caso sarà il dentista a valutare la fattibilità dell’intervento.

Eccoci arrivati al termine di questa carrellata di domande e risposte, speriamo possano esserti state utili. Noi rimaniamo in ogni caso a tua disposizione: per qualsiasi dubbio, non esitare a contattarci!

Tabella dei Contenuti

Altri articoli

Le gengive infiammate e sanguinanti non sono un problema che interessa solo gli adulti, ma anche i bambini. La gengivite è un …

Una delle domande più frequenti che riceviamo in studio è la seguente: da che età il mio bambino dovrebbe indossare l’apparecchio ortodontico?  …

apparecchio invisibile trasparente

Il trattamento ortodontico invisibile per bambini ha una durata differente da paziente a paziente. Non tutti i bambini presentano lo stesso livello …